“A nome di tutti i concorrenti, prometto che prenderemo parte a questi Giochi Olimpici rispettando e osservando le regole che li governano, impegnandoci nel vero spirito della sportività per uno sport senza doping e senza droghe, per la gloria dello sport e l’onore delle nostre squadre.”
Questo è il giuramento dell’atleta che però da molti anni non viene più rispettato. I casi di doping si susseguono corrompono una pratica che dovrebbe essere simbolo di fratellanza e onesta. Le olimpiadi o le gare hanno sempre unito popoli anche in guerra tra di loro a partire dalle città-stato greche, questo rende imbrogliare nelle competizioni ancora più spregevole. La pressione che sente uno sportivo e grande e capisco le mancanze di fiducia che questo può avere ma cadere del doping e distruttivo e senza senso, poiché molte volte questi vengono scoperti e sono costretti a rinunciare alla passione per cui tanto hanno lottato. Io non perdo la fiducia che ripongo negli atleti che si allenano e ripongono tutte le loro speranze e i loro sforzi nello sport, spero solo che chi fa uso di doping venga allo scoperto e smetta di assumere queste sostanze dannose per sè e per il mondo sportivo che deve rimanere pulito.

0
Commenti
  1. ricvirginiaa 6 anni ago

    Secondo me ti sei soffermato troppo sui dati storici e non hai espresso un tuo parere personale. Dovresti ampliare i tuoi pensieri facendo capire al lettore ci

  2. riccdesiree 6 anni ago

    Ciao Chiaragr
    L’immagine sopra riportata

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account