Oggigiorno stabilire un record ha spesso un retrogusto negativo, il Doping. Purtroppo non si parla più di vittorie, bensì d’inchieste per doping, squalifiche e raggiri. Soprattutto al tempo dei giochi olimpici appartengono spesso degli scandali. Un mondo senza fregatura è quasi inimmaginabile. Il motivo perché però resta non chiarito. Atleti che hanno già usato dopaggio descrivono il sentimento durante l’influenza del doping come un sentimento di essere invincibili. Si sentono onnipotenti, ma il processo, che succede nel corpo, viene spesso sottovalutato e a volte anche dimenticato. Vedono soltanto l’aspetto positivo e non il danno per il corpo e per salute. Questi dopanti hanno lo stesso effetto delle droghe chimiche. Ti rendono dipendente!
Se parliamo particolarmente dello sport è anche una forma di inganno. I dopanti sono sempre un aiuto. Ti danno della forza indescrivibile, però solo perqualche minuto. Dopo questo periodo dell’effetto senti un sentimento strano. Provi la riduzione del veleno. Però non è come un’emancipazione, è piuttosto come una stanchezza, che diventa sempre più grande fino a che il tuo corpo e totalmente pieno di questo esaurimento.
Secondo me ogni dopante può essere sostituito da un’alimentazione giusta, soprattutto sana, e da un allenamento intensivo. Non lo so che dite voi, però un record, stabilito sotto l’influenza di una droga, non è una prestazione per me! È come si ricevessi un ottimo con l’aiuto di un bigino…

Commenti
  1. wilcadu 7 anni ago

    ciao della redazione di mywriting

    bello l’articolo molto basto e da nel senso del discorso e giusto dire che nel mondo dello sport sopratutto nell’atletica si ha sempre molti dubbi sulla realta del risultato
    sarebbe bello fidarsi sempre dei risultati che da il campo e non rimanere con i dubbi che molte volte rimaniamo di sia con lui che merita gli aplausi

  2. elebyele2 7 anni ago

    Sono d’accordo con te, stop al doping!!! Non

  3. scienza1998 7 anni ago

    Articolo ben elaborato, un pensiero molto critico, hai fatto centro con il tema di questa settimana, continua cos

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account