È stata una vera e propria delusione scoprire che la Russia, nelle olimpiadi precedenti, abbia “modificato” le prestazioni fisiche degli atleti facendogli assimilare tante di quelle pillole per aumentare il loro rendimento nello sport. Per raggiungere un certo livello l’atleta deve fare tanti sacrifici, superare molte difficoltà e puntare sempre in alto senza arrendersi mai. Un vero atleta non può assimilare certe pillole che possono renderlo più forte e possono farlo arrivare primo al traguardo finale con meno fatica, perché un vero atleta sa, che per raggiungere quel traguardo tanto desiderato, deve fare molti sacrifici, superare tutti gli ostacoli che gli si presentano lungo il cammino per diventare sempre più forte e dimostrare che, con solo le proprie forze, ha superato tutti a testa alta con dignità e senza mollare mai. Infatti un atleta che fa uso di determinate sostanze, non è degno di essere chiamato atleta perché è solo uno scansafatiche che è in grado di raggiungere tali traguardi soltanto assimilando determinate sostanze senza alcuna dignità e senza rispetto verso l’avversario che gli si presenta davanti!

0
Commenti
  1. paolaaa 6 anni ago

    Concordo con tutto ci

  2. ricanews 6 anni ago

    Molto bello il titolo che esprime quanto da te sviluppato in modo chiaro nel testo. Un vero atleta

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account