Lo sport è un modo per sfidare le proprie capacità, per mettersi in gioco e confrontarsi con gli altri atleti, sia in modo amichevole che professionale. Eppure molto spesso accade che la voglia di superare gli altri prevalga sul divertimento, e pur di vincere, alcuni atleti cadono nel mondo del doping.
Doparsi significa tentare di essere migliori con l’inganno, non essendo interessati a impegnarsi per raggiungere un risultato con le proprie capacità e volendo raggiungerlo senza dover faticare, ricorrendo a farmaci illegali.
E’ un’azione che avviene soprattutto negli sport individuali e che permette risultati sportivi che non si sarebbero probabilmente raggiunti semplicemente dando il meglio di sé senza ricorrere a nessun aiuto.
L’abuso di queste sostanze medicinali aumenta la propria forza, energia e resistenza e riesce a migliorare le prestazioni sportive dell’atleta.
Ma oltre agli effetti positivi, ci sono anche effetti negativi che si verificano dopo un determinato periodo di tempo, come perdita dei sensi, alterazione del battito cardiaco e della temperatura corporea, disturbi psicologici come insonnia, allucinazioni e schizofrenia, disturbi del metabolismo, nausea ecc.
Per prevenire questo fenomeno secondo me bisognerebbe aumentare i controlli e i test anti-doping, insomma prestare più attenzione e anche far capire agli atleti a cosa vanno incontro, perché mettono in pericolo la loro salute.
Doparsi non è eticamente corretto poiché danneggia sé stessi e anche gli altri atleti che rispettano le regole. Non è una cosa giusta da fare neanche verso i giovani tifosi sportivi che vedono in questi atleti un esempio da seguire.
E poi perché un atleta dovrebbe rischiare la sua carriera sportiva a costo di vincere una gara dopandosi? In questo modo tutto il mondo dello sport viene messo in cattiva e le competizioni sportive perdono il loro vero valore.

1 Comment
  1. mikyreporter 7 anni ago

    L’articolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account