Mi si chiede come può essere un algoritmo di fiducia per un ragazzo giovane che,a breve,intraprenderà il percorso universitario.
Lo dico chiaramente:non mi fido di alcun sondaggio perchè penso che non vengano realizzati correttamente.
Utilizzarli a scopo di plagio è il primo errore compiuto da un sondaggista,
un lavoro passato come “banale” a causa della diffusione di determinati modelli.Saper formulare una domanda è la chiave per il successo del sondaggista.Ma chi è costui?Il dizionario italiano parla di un esperto nell’organizzazione,esecuzione e interpretazione dei sondaggi demoscopici.”Occorre avere le basi matematiche” ve l’hanno mai detto a un colloquio? Beh,sappiate che questo è il primo requisito che dovrebbe essere presente nel curriculum di un esperto di sondaggi. Anche fermarsi a riflettere è un altro “requisito”.In assenza di ciò,si arriverebbe persino alla formulazione di pseudo statistiche.
“Cosa ne pensate?” questa volta non ve lo chiedo,non sono mica una sondaggista io!

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account