Ormai ogni attività che svolgiamo è accompagnata da un sondaggio, prima o dopo averla effettuata, ma per dire se ci possiamo fidare o meno di tali report è necessario distinguerli in due tipi: sondaggi di previsione e sondaggi di gradimento, entrambi basati su rilevazioni di carattere statistico e calcoli matematici, attingono però a fonti diverse. I primi sono quelli normalmente utilizzati in ambito politico per fare stime sul successo di una fazione politica rispetto ad un’altra alle elezioni, oppure per fare previsioni sull’andamento economico di una Nazione. Questi sono sicuramente i tipi di indagine ritenuti meno attendibili dalla popolazione, perché influenzati dalle convinzioni degli autori, dallo scopo finale del sondaggio o perché basati su un campione di dati molto casuale e raccolto da persone o fonti poco affidabili o esperte. Altra considerazione invece va fatta per i sondaggi di gradimento, questi sono di gran lunga quelli più realistici e presi in considerazione dai giovani e non solo da loro. Quasi tutti ormai consultano siti internet o riviste specializzate, prima di scegliere una meta per le vacanze, mangiare in un ristorante o acquistare un auto proprio, per verificare il punteggio che la struttura o l’oggetto ha ottenuto, il gradimento da parte dei clienti che ne hanno usufruito e altri commenti in merito. Proprio per il fatto che queste classifiche si basano sull’esperienza reale delle persone, esse sono ritenute molto attendibili e come tali utilizzate. Per i giovani, grandi frequentatori del mondo Internet, fa ormai parte della quotidianità consultare i sondaggi per qualsiasi occasione, dalla scelta del film da andare a vedere o del videogame da acquistare, alla scuola o università da frequentare per la loro carriera studentesca. Sicuramente di questo tipo di indagine si fidano molto, anche perché ne sono parte attiva e possono in qualsiasi momento inserire la loro opinione, variando quindi la posizione in classifica dell’oggetto del loro interesse

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account