I social networks costituiscono un’eccezionale opportunità di informazione, apprendimento, svago e comunicazione che supporta adolescenti ed adulti nello svolgimento delle attività quotidiane.
In primis Facebook consente di rimanere in contatto con il mondo e di essere quindi aggiornati su quello che accade nel mondo, ma anche di contattare amici, di alimentare la curiosità attraverso il sistema della condivisione.
Tuttavia, è proprio facebook che determina seri rischi soprattutto per i minori ,che in questi tempi sono sempre meno sorvegliati dai loro genitori.
I vantaggi di questo social possono essere:
– cercare chiunque in qualsiasi angolo del mondo o a seconda della città o dell’istituto scolastico frequentato e magari ritrovare vecchi amici d’infanzia;
-partecipare a gruppi e pagine di interesse comune in cui condividere esperienze e le proprie opinioni;
-Essere informati in tempo reale sulle ultime news, evento mondiale come mostre, films in uscita al cinema, spettacoli teatrali, avvenimenti speciali nella propria città.

Si potrebbe continuare all’infinito ma NON bisogna sottovalutare anche gli aspetti negativi di questo social networks.
Vi è la possibilità, come dimostrato scientificamente, che Facebook possa creare una vera e propria dipendenza, soprattutto tra i più giovani, che possa determinare perdita di concentrazione, stanchezza eccessiva, problemi scolastici, isolamento dagli amici, disobbedienza e , stili di vita poco sani con rischio di obesità e riduzione degli incontri di persona. Per non parlare dell’ uso frequente della violenza verbale, fenomeni di bullismo e razzismo.
I Genitori dovrebbero essere i primi a cercare di proteggere i loro figli da eventuali pericoli che corrono mettendo foto altamente personali su un social.
Inoltre pubblicare quello che si sta facendo o foto potrebbe attirare molti malintenzionati che saranno difficili da staccare.
Ci sono molte persone che trovano “divertente” creare profili falsi e insultare le persone, perché tutti dietro un PC si sentono potenti.
Inoltre e ASSOLUTAMENTE vietato inserire o parlare con qualcuno che non si conosce dei dati strettamente personali per evitare problemi di tipo monetari.
Le persone che sono più prese sotto mira sono gli adolescenti perche, non conoscendo tutti i rischi che possono correre, sono più vulnerabili degli altri.
Per questo non si dovrebbe lasciare un computer a persone incompetenti.
Sapendo che questi siti sono popolati da milioni di persone, ci dovrebbe essere molta più sicurezza dato che i nostri dati sono nelle mani di un sito che e facilmente da profanabile, la sicurezza in questi casi non è mai troppa.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account