Facebook è un social – network che dovrebbe essere utilizzato per seguire notizie, per cercare amici che sono lontani e non puoi vedere diversamente.
Magari amici d’infanzia ritrovati così per caso tramite questo metodo.
Si possono mettere le foto delle vacanze da condividere con le persone con cui erano con te, feste di paese, compleanni, ma mai bisognerebbe utilizzarlo per colpire le persone con cattiveria.
Ognuno dovrebbe utilizzarlo in modo sensato e dai 15 anni in giù bisognerebbe dare la possibilità ai genitori di poter controllare la situazione dei propri figli e difenderli dai malpensanti.
Non sono d’accordo sulla foto dei bambini diversamente abili con frasi come ad esempio “MI PIACE”.
Questi bambini purtroppo sono meno formati di noi e non devono essere oggetto dei grandi.
Le foto dei neonati non bisognerebbe metterle perché purtroppo ci sono pedofili che viaggiano sul web tutto il giorno e andrebbero a “nozze” vedendo tanti bambini/e belli e indifesi.
È vero che le mamme sono orgogliose dei propri figli ma è vero che devono tutelarli in particolare sul web.
Infatti, la settimana scorsa la polizia postale ha messo in guardia i genitori su questa catena di sant’Antonio denominata sfida maternità. Era già arrivata a mia mamma a metà febbraio da una sua amica che uscisse sui TG d’informazione e lei non ha condiviso e postato nessuna foto nostra di quando eravamo piccoli o di adesso.
Io ,di per sé, non posto grosse cose né mie, che di mio fratello o dei nostri amici.
Qualche foto sì, quando andiamo a qualche festa di compleanno o in discoteca, ma non accetto e condivido cose che mi “puzzano” da gente che non conosco, specialmente se sono adulte.
Una cosa che non posso dire e come potrei utilizzare Facebook o altri Social-network da oggi nel mio futuro.
Sono sicura che sarò sempre attenta e li utilizzerò nel miglior modo possibile per difendere la mia incolumità e quella delle persone a me vicine.

1 Comment
  1. filomenaa 7 anni ago

    Ciao ,
    Sono d’ accordo con te sul fatto che Facebook

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account