Oggi la tecnologia è entrata a far parte della nostra vita. Grazie ad essa e alle nuove e svariate applicazioni si può comunicare con chiunque e postare anche foto che vengono visualizzate da milioni di persone. Quando ci arriva qualche richiesta di amicizia avvolte la accettiamo, spesso senza conoscere la persona che si nasconde dietro un profilo. Le foto che vengono postate oltre ad essere viste da milioni di persone, spesso vengono prelevate da altri siti web che le usano per molti motivi. Ogni volta che postiamo qualcosa non ci rendiamo conto che riduciamo sempre di più la nostra privacy. Una persona che, dalle foto o dai post che vengono pubblicati, intuisce il nostro stato d’animo potrebbe riuscire a manipolarci e a spingerci a fare di tutto. Molti di noi, anzi quasi tutti quelli che utilizzano Facebook, Instagram e tante altre applicazioni non leggono i “Termini e le condizioni” che acconsentono “ALL’USO DEI NOSTRI DATI PERSONALI”, ma semplicemente le accettano con la noncuranza di aver dato la possibilità a chiunque di sapere tutto di noi e di utilizzare la nostra immagine a suo piacere. Bisogna stare molto attenti a ciò che si fa sui social network e cercare di difendere al meglio la nostra privacy!

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account