Negli ultimi giorni si è diffusa in rete una catena social che ha preso letteralmente il sopravvento per la quale le mamme devono mettere 3 foto che le ritraggono insieme ai propri figli. È intervenuta anche la Polizia di Stato per dissuadere le signore dal tempestare i loro profili di foto di minori spiegando quanto il web sia popolato da persone disturbate. Molti genitori non credono ci sia del negativo nel mettere le foto dei propri bambini sui social network nonostante l’elevata esposizione di minori a vari rischi, tra cui l’addescamento e commenti di tutti i tipi e generi.
Alcuni adulti forse non sanno delle innumerevoli foto di bambini e ignari genitori presenti nei siti in cui viene scambiato materiale pedopornografico. Pensano e credono che queste persone malate guardino e usino solo immagini sessuali ma i pedofili e pervertiti cercano bambini e ragazzi ne studiano le abitudini e come succede spesso, li ricercano fuori scuola o dai luoghi pubblici . Oltre a ciò non è dato sapere con esattezza come il social network utilizzerà l’immagine e le informazioni dei bambini. Personalmente penso sia importante controllare e modificare l’accesso alle foto che si pubblicano su Facebook in modo che non siano visibili a tutti ma solo a chi si vuole. Bisogna utilizzare con cautela i social network soprattutto se si tratta di minori.

0
1 Comment
  1. paolaaa 4 anni ago

    Ciao
    Ho trovato il tuo articolo molto bello e interessante. Il titolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account