L’anidride carbonica, CO2, chiamata anche biossido di carbonio; è, al contrario di quanto si pensa, un elemento fondamentale per la vita sulla Terra. È presenta nell’atmosfera sin dalle origini della vita sul nostro pianeta, ed è essenziale in quanto contribuisce a formare quel fenomeno chiamato “effetto serra”, che mantiene la temperatura terrestre relativamente costante. È un gas incolore e inodore e svolge anche un ruolo essenziale nei cicli biogeochimici naturali.
Originariamente alleato naturale della Terra, poiché la sua produzione era limitata agli eventi naturali, con l’avvento delle industrie nel XIX secolo si è trasformato in uno dei principali avversari della Terra.
A causa dell’avvento delle moderne tecniche di costruzione, le emissioni di CO2 sono aumentate notevolmente, non solo per i prodotti lavorati ma anche per la quantità delle lavorazioni. Il processo di industrializzazione ha portato la Terra ha produrre quasi il 60% in più dell’ anidride carbonica prodotta nel 1800, che in termini di milioni di tonnellate rappresenta cifre esorbitanti.
L’aumento esponenziale delle emissioni di CO2 ha fatto acuire il fenomeno dell’effetto serra, con un relativo aumento delle temperature. Di questo ne sta risentendo fortemente la natura: le stagioni sono sempre più irregolari; i ghiacciai si sciolgono facendo innalzare progressivamente il livello delle acque; le precipitazioni non seguono più un ciclo e producono danni sempre maggiori.
Di questo innalzamento termico ne risente anche l’agricoltura, che produce di meno rispetto agli anni precedenti. Inoltre, a causa dell’alterazione dei cicli stagionali, si alterano anche i cicli di produzione destabilizzando i commerci e con essi l’economia. Anche dal punto di vista atmosferico la situazione non è delle migliori, in quanto è sempre più alto il tasso di inquinamento. È principalmente a causa di questo gas che l’aria respirabile è sempre meno pura.
Da qualche decennio, però, si sta cercando di ridurre notevolmente queste emissioni attraverso vari mezzi, in modo da rendere il mondo più vivibile.
È vero che la causa principale di queste emissioni sono le industrie, ma è pur vero che ognuno di noi ha il suo impatto sull’ambiente, che sia esso più o meno elevato. Occorre anche il nostro impegno per ridurre l’anidride carbonica nell’aria, perché se non si inizia a limitare la produzione di CO2 in piccolo, non lo si potrà mai fare su larga scala.

0
1 Comment
  1. hanaa 4 anni ago

    Ciao john99!
    Il tuo articolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account