Normalmente la quantità di CO2 emessa dalla natura è perfettamente equilibrata con l’ambiente, infatti le emissioni provocate da piante e oceani non sono minimamente pericolose per l’uomo o la natura. Però da molto tempo l’uomo ha completamente sbilanciato questo equilibrio che precedentemente esisteva tra emissioni e ambiente. A causa dell’uomo ci sono ora delle concentrazioni di CO2 mai viste prima.
Innanzitutto definiamo il concetto di CO2. Con questo ci riferiamo a uno dei principali gas serra nell’atmosfera, ovvero l’anidride carbonica (o diossido di carbonio). Questa è fondamentale per le piante e quindi anche per gli animali, ma oggi si è arrivati a una situazione insostenibile.
Infatti, a causa delle macchine, delle fabbriche, dei rifiuti, dei combustibili fossili e tantissimi altri fattori che hanno portato a un’eccessiva produzione di CO2, si potrebbe arrivare in futuro a situazioni gravemente pericolose. Tra cui lo scioglimento dei ghiacciai, l’aumento della temperatura media, l’innalzamento del livello dei mari e degli oceani..
Insomma, secondo me le emissioni di anidride carbonica stanno causando gravi effetti che con l’andare del tempo potrebbero diventare inestirpabili. Ci va di mezzo la vita dell’umanità intera.

0
Commenti
  1. Author
    eli01 4 anni ago

    Caro @mikyreporter, dispiace anche a me non aver potuto pubblicare l’articolo prima. Ma, sai com’

  2. mikyreporter 4 anni ago

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account