Da sempre si è cercato il modo per vivere nella maniera migliore, usando qualsiasi mezzo, talvolta anche guerre, anche se, come ben sappiamo, la ricerca di una vita migliore ha sempre avuto a che fare con la tecnologia.
La tecnologia al giorno d’oggi è molto avanzata, infatti essa ci rende possibile molte cose come viaggiare comodamente, divertirci, nutrirci in modo sano e rilassarci.
Sempre grazie alla tecnologia si è, però, scoperto che molte cose che noi facciamo nella nostra routine sono dannose all’ambiente che viene rovinato dalle cosiddette emissioni di anidride carbonica, un gas nocivo alla nostra salute che è la causa indiretta degli abbassamenti delle temperature che porteranno ad un progressivo scioglimento dei ghiacciai che potrebbe causare la sommersione di parecchie aree costiere.
Il problema è molto grave, infatti i vertici mondiali, o comunque i paesi più industrializzati che sono tra i maggiori responsabili di queste emissioni, in questi giorni stanno discutendo su queste problematiche, decidendo quale sia il miglior modo di “affrontare il clima”; alcune delle potenze come USA, Cina ed Europa sono disposte a “sollevare il piede dall’acceleratore” del benessere, ma altri Paesi sono contrari a tale iniziativa poiché li condurrebbe sicuramente a una produzione meno elevata e quindi a un impoverimento generale.
Concludo dicendo che penso sia giusto che, anche in cambio di un impoverimento generale, si riducano le emissioni di gas pericolosi. Preferirei vivere in un mondo un po’ più povero e pulito piuttosto che cessare completamente di esistere.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account