In occasione del Summit di Parigi, una conferenza sul clima in cui 167 governatori di Paesi diversi stanno discutendo e affrontando l’emergenza del surriscaldamento globale, dobbiamo riflettere sull’inquinamento terrestre e capire se davvero le emissioni dei gas serra, soprattutto l’anidride carbonica, sono davvero inquinanti.
Molti Paesi, come l’India ad esempio e molti altri considerati ancora “in via di sviluppo”, sostengono che i paesi già sviluppati e industrializzati hanno contribuito negativamente sull’ambiente, inquinando sempre di più e questo ha portato alla loro ricchezza. Quindi, questi paesi ancora in via di sviluppo non sono disposti a fare un passo indietro e ad abbassare il loro livello di sviluppo e industrializzazione che oggi sta costituendo un problema per l’ecologia mondiale.
Invece, paesi come USA e stati europei, sono disposti a qualche sacrificio per la salvaguardia dell’ambiente e del nostro pianeta, visto che la maggior parte delle emissioni annuali di CO2, con dati alla mano, proviene proprio da questi stati (soprattutto Stati Uniti, Cina e Giappone, ma anche da stati in via di sviluppo come l’India).
L’Italia è anche tra i primi dieci paesi per emissioni di anidride carbonica dalla combustione di combustibili fossili (l’aumento delle emissioni di CO2 è dovuto appunto all’utilizzo di questi combustibili come petrolio e carbone).
L’emissione di CO2 è la maggior causa dell’effetto serra, ma non può essere considerato come vero e proprio inquinamento poiché non causa danni diretti all’ambiente, ma l’anidride carbonica è pericolosa perché a lungo termine e in quantità eccessive porta a danni catastrofici (innalzamento delle acque marine, scioglimento dei ghiacciai, estinzioni di molte specie di animali ecc.).

1 Comment
  1. mikyreporter 7 anni ago

    Mi piace moltissimo la foto che hai scelto, ritengo sia ottima per affrontare quest’argomento. Ritengo che non sia l’anidride carbonica in se a inquinare ma la grande quantit

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account