Cerchiamo la felicità e poi siamo felici quando riceviamo il regalo tanto desiderato.
Cerchiamo la felicità e poi la troviamo in un paio di scarpe nuovissime.
Cerchiamo la felicità dappertutto e poi non la vogliamo davvero.
Ma cos’è allora la felicità? Che significato attribuiamo a questa parolina?
Fin da piccoli, ci insegnano a sorridere, ad apprezzare con poco quello che ci viene offerto. E poi, quando cresciamo, che idea ci faremo?
Troviamo la felicità in una celebrità, in qualcuno di cui magari conosciamo solo il nome. Ma non è questo.
Felicità è un qualcosa di astratto, non la possiamo toccare con mano. Ci conquista quando meno ci accorgiamo, quando riceviamo un aiuto piccolissimo da qualcuno.
La felicità è essere abbracciati all’improvviso, senza un motivo.
La felicità è costituita dai bambini, che un gesto semplicissimo, riescono a strappare un sorriso.
La felicità non si spiega, avviene e basta. E non c’è assolutamente niente di più importante!
La felicità ci appartiene e non possiamo permetterci di farcela portare via.
La felicità è sorridere.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account