“Chissà cosa mi regalerà il futuro…farò il mestiere per cui sto studiando? Avrò una famiglia e sarò felice? I miei sforzi porteranno i loro frutti? Sarò soddisfatta della persona che sono stata e di quello che ho vissuto per diventare quella che sono?”
Queste sono le domande che mi balenano nella mente se mi fermo un momento a pensare al mio futuro. Mi immagino me in camice bianco che salvo la vita alla persone, immagino me e la mia famiglia in Germania. Non ho la sicurezza che tutto ciò accadrà veramente, ma sono decisa a far di tutto perché avvenga: IO NON HO PAURA DI CRESCERE.
Io non ho mai avuto paura di crescere, anzi, la curiosità per il mio futuro mi ha sempre spinto a desiderare di essere più grande di quello che ero, di avere più diritti e al contempo dovere. Sono sempre stata diversa dai miei coetanei in questo ambito: mentre tutti sognavano di tornare bambini, di rivivere le emozioni e i ricordi della loro infanzia, io ho sempre voluto diventare grande, essere indipendente, camminare da sola e da sola scoprire ciò che il mondo poteva regalarmi.
Non so perché vi è sempre stata in me questa grande smania di crescere, forse perché non ero felice di quello che stavo vivendo e avevo voglia di cambiare, forse perché sentivo che in me mancava quello spirito spensierato che contraddistingue un bambino piccolo…ma so che la mia vita, mano a mano che passavano gli anni è migliorata e io mi sento più a mio agio con me stessa e con le persone con cui mi relaziono.
Forse sono sempre stata un po’ più avanti degli altri o forse sono solo curiosa di vivere ciò che il destino ha riservato per me.
MANUALE VALERIA

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account