-Voglio avere diciotto anni.-
-Perché?-
-Come perché!? Saremo grandi …-
Si fa uno sbaglio e si vuole saltare gli anni per essere grandi, per essere giudicati di meno e per apparire quelli che siamo realmente. Cosa? Dei ragazzi che cercano di divertirsi con poco, con semplicità. Si vuole essere grandi per avere uno sterzo in mano, per essere liberi di andare dove si vuole. Si vuole essere grandi per tornare tardi la sera a casa e per decidere con la propria testa. Ma in tutto questo entusiasmo di diventare grandi, in tutta questa euforia di essere ancora più spensierati, si nasconde la paura di crescere.
Paura di crescere e di non sapere come si arriva ai famosi diciotto anni, paura di sbagliare e avere la consapevolezza che tornare bambini è forse la cosa migliore. Se da una parte la voglia di crescere accompagna ogni giorno ogni ragazzo, dall’altra si ha paura di agire e di essere quello che si è. Troppe insicurezze si è costretti a superare, ma forse è questo che ci fa crescere. Con gli sbagli, con le esperienze, giuste o sbagliate che siano, riusciremo ad avere quel poco in più che ci rendi grandi e come vorremmo. Ma tempo al tempo, piano piano tutti lo diventeremo e avremo della paura solo un brutto ricordo, quella che ci reso forti e grandi allo stesso tempo …

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account