Crescere, all’esterno e nell’interno, lo facciamo continuamente, senza neanche rendercene conto.
Quando ero più piccola, come tutti, non vedevo l’ora di crescere, diventare grande e poter fare cose da grandi, ma più andavo avanti più questa impellente voglia diminuiva, si rimpiccioliva, fino a diventare un piccolo puntino e infine, sparire.
Quando sei piccola non sai cosa vuol dire crescere, lo scopri dopo, solo crescendo scopri cosa vuol dire veramente questa parola: crescere vuol dire lavoro, responsabilità, riuscire a cavarsela da sola e per adesso non desidero tutto questo, grazie, sto bene così, tenetevi “l’essere grandi”, io ho ancora tempo. Certo, crescere vuol dire anche libertà , avere i propri spazi, autonomia, ma per adesso sto bene, ho le giuste dosi di tutto, non desidero altro.
Questo periodo, dai quattordici ai diciotto anni, è il più bello della nostra vita, un’età stupenda che ci mancherà da morire; e allora perchè voler crescere? Tanto una volta fatto ci rimarrà solo da rimpiangere il passato. Perchè sprecare questo periodo stupendo desiderando di essere grandi!? Io sono una piccola ragazza e me ne vanto!

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account