Penso a quanto i bambini riescano ad essere spensierati, vogliono fare cose nuove ed imitare i loro genitori. Vogliono diventare grandi al più presto ma non si rendono conto di essere di fronte ad una realtà che sarà sempre piena di nuovi obiettivi difficili da raggiungere. Forse ci si rende conto tardi che i migliori anni sono passati. Ora tutti dicono che la nostra generazione è rovinata, la causa sarebbe che la tecnologia di oggi ci rende succube di essa e ci fa diventare pigri, ormai siamo sempre in mano con il telefono senza preoccuparci nemmeno che la nostra casa è sporca, come dice sempre mia mamma. Ho sentito troppe volte commenti negativi sulla situazione economica, per esempio che si è in crisi e che è difficile che vada meglio nel tempo, quindi un po’ di paura di crescere la ho. Adesso sinceramente non temo di raggiungere la maturità, piuttosto non confido tanto nel futuro e in quello che mi riserverà, ma come tutti spero di poterlo cambiare e realizzare i miei scopi. Purtroppo vedo un futuro buio per questa nazione perché la corruzione aumenta a piede libero e il progresso non è per nulla al passo mondiale. Quindi, le cose sono due: o ci rimbocchiamo tutti le maniche e risolleviamo questo paese dalla situazione in cui siamo ora oppure non ci resta altro che andare via ed avere un futuro, una casa e garantire alla nostra famiglia un futuro migliore.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account