Tutte le persone hanno paura di crescere. Qualcuno ha meno paura, qualcuno ne ha tanta, ma quasi tutti portano in sè l’ansia del momento cruciale della vita. Certamente il fatto di rimanere bambini, giocare e non preoccuparsi di niente è sempre più piacevole di alzarsi e di costruire la propria via. Forse esattamente per questo motivo tante persone crescono fisicamente ma non psicologicamente. Bob Proctor ha detto una volta: “Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta.” ed è una affermazione del tutto vera. Nessuno può obbligare a crescere un’altra persona la quale, in precedenza, ha già deciso di rimanere infantile e “protetto”. Infatti, la crescita è qualcosa di personale e non può essere imposta dagli altri.
Io, personalmente. non ho paura di crescere. Sono sicura che dietro ogni crescita stanno i pensieri, il modo di pensare e la semplice immaginazione. Questi tre, secondo me, sono una proiezione personale del futuro e i quali in qualche modo saranno realizzate.
Sin dall’inizio delle superiori ho sempre immaginato come sarà mio futuro e con il passare degli anni le mie idee sembravano sempre più realistiche. Ho iniziato a chiedermi sempre di più come posso fare una o l’altra cosa e quasi sempre avevo trovato la risposta. Questa tecnica mi ha sempre aiutata e sono sicura che mi aiuterà ancora. Naturalmente, anche io ho paura di tante cose e sopratutto ho paura del futuro non tanto personale che del futuro dell’intero mondo tenendo conto dei avvenimenti attuali.
Nonostante queste preoccupazioni io vorrei comunque rimanere ancora nel mio presente per attendere il futuro ignoto.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account