Io penso che il futuro dei giovani sia nella cultura, è infatti nelle “pieghe” della nostra cultura, che si coltiva la speranza e la visione del futuro. Coltivare una buona cultura al giorno d’oggi è fondamentale, oltre che per arricchire la nostra conoscenza ed il nostro intelletto,anche per avere in futuro buone possibilità per la ricerca di un lavoro. Ciò in cui noi giovani crediamo, è in una realtà che possa offrire opportunità, che possa realizzare i nostri sogni e progetti, così da poterci dare la possibilità di vedere un po’ più in là del nostro presente. Vedo con disapprovazione e dispiacere, molti giovani in difficoltà rispetto alle richieste attuali dell’economia, portando ad accontentarsi di ciò che viene offerto senza una prospettiva di miglioramento. Temo dunque ora come ora che dovrei temere il futuro poichè l’economia attuale non è tra le migliori e le offerte di lavoro scarseggiano di gran lunga. Ho una grande paura e tantissima confusione, non so se andrò all’università o coronare uno dei miei più grandi sogni “vivere 1 anno all’estero”; so che è più facile a dirsi che a farsi, la voglia è tanta ma ho grandissimo timore di non riuscire a pieno in questa esperienza! Vorrei poter fermare il tempo, vivere al massimo “l’età più bella” e avere molto più tempo per prendere questa decisone. ‘Hai paura di crescere?’ Si, certo, ma ammetto di averne una gran voglia.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account