Spesso si dice:”Non pensare ad essere grande, perché quando lo diventerai vorrai tornare un bambino!” Ma chi lo sa se questa frase rispecchia la verità? Da bambini, a 6-7 anni, ci sembra che essere grandi è uscire fino a tardi, guidare la macchina, non andare a scuola, tutte cose che per la vita di un bambino piccolo possono sembrare magnifiche. Quando arriviamo a 11 anni non vediamo l’ora di crescere ancora di più per arrivare alle superiori, prendere il motorino, uscire con gli amici. A 15 anni si arriva in una fase particolare della vita dove non si è né bambini né adulti, si è adolescenti, ormoni impazziti si scatenano dentro di noi, siamo in crisi, non ci sentiamo capiti e vorremmo solo crescere per non avere più problemi con le persone che ci stanno accanto. Arriviamo a 18 anni con la macchina, gli esami di maturità, i primi amori, cominciamo l’università. Infine ci sono i 30 anni con un lavoro, una famiglia da gestire, uno stipendio da portare a casa ed è proprio a quel punto che pensi:”Era meglio rimanere bambini!”

1 Comment
  1. cristinasivi 7 anni ago

    Ciao emanuelevoci dalla redazione Cervelli in fuga!
    Mi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account