Il mio futuro lo paragono a una cassaforte ben chiusa di cui devo indovinare la combinazione e di cui posso solo immaginare il contenuto. Le combinazioni possibili sono infinite come le strade che ognuno di noi può intraprendere, purtroppo la combinazione giusta per la nostra cassaforte è una sola anche se ci può sembrare che siano di più. Una delle mie grandi paure infatti è quella di sbagliare combinazione e aprire la cassaforte di qualcun altro, appropriandomi così di un futuro di cui non sono pienamente soddisfatta.
Condivido però anche il fatto che la strada che percorriamo non è sempre a senso unico quindi se ci si accorge in tempo di essere sulla via sbagliata si ha la possibilità di cambiare.
Il nostro futuro verte attorno alle scelte personali che condizionano con persistenza il nostro comportamento. Quante volte ci siamo trovati nel famoso “punto zero” descritto da Kierkegaard? Cioè in quella situazione di dubbiosità che precede una scelta.
Personalmente a me capita spesso di non voler scegliere per paura di prendere una decisione sbagliata. Quindi posso ammettere di essere abbastanza impaurita da ciò che mi aspetta anche se una parte di me non vede l’ora di scoprire cosa il mondo ha da offrirle.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account