Siamo giunti al termine di un altro anno ricco di avvenimenti che hanno cambiato il nostro mondo e il nostro modo di vivere in male e in bene. Il 2015 ha visto la vittoria dei matrimoni tra persone dello stesso sesso negli Stati Uniti e altri stati nel mondo hanno seguito l’esempio degli americani concedendo questo diritto ai loro cittadini. L’uscita del settimo capitolo della saga di Star Wars ha riunito i fan del mondo intero che attendevano da molto questo momento. La scienza ha fatto passi da gigante e la scoperta dell’acqua su Marte ne è la prova; infatti, come tutti sappiamo, l’acqua equivale alla vita ed è solo questione di tempo prima che avvenga il contatto con altre forme di vita. Sarebbe stato perfetto se quest’anno fosse stato caratterizzato solo da avvenimenti positivi ma la realtà è ben diversa. Purtroppo migliaia di persone sono state costrette a lasciare la loro terra piena di ricordi e ad attraversare mari e infinite pianure per mettersi al riparo dagli amanti della guerra. La conferenza con più di 130 stati tenutasi a Parigi lo scorso mese e con tema il clima mondiale non sembra dare buone notizie: i livelli di anidride carbonica emessi sono più alti che mai e siamo tutti invitati a sprecare di meno.
Non è facile predire il futuro, ma ciò che è accaduto durante quest’anno ci aiuta sicuramente ad indovinare come saranno i primi mesi dell’anno successivo. I miei desideri per questo 2016 sono pochi e forse un po’ banali:
– spero che i livelli di inquinamento diminuiscano; purtroppo c’è ancora un’ignoranza diffusa tra le persone che non sanno riciclare e invito tutti noi ad impegnarci attivamente per evitare altre catastrofi ambientali;
– vorrei che questo 2016 sia davvero l’anno in cui le discriminazioni cessano definitivamente; vedo sempre più persone che inneggiano al razzismo e fomentano l’odio tra i popoli; dove sono finiti i nostri valori illuministi?
– infine spero di vedere sempre più bambini a cui viene concessa la possibilità di andare a scuola, una comodità che molti di noi prendono per scontata ma purtroppo anche quest’anno milioni di bambini nel mondo non hanno ricevuto un’educazione elementare.
La mia visione ottimistica della realtà tuttavia mi porta a sperare nella risoluzione di almeno un desiderio.

0
Commenti
  1. paolaaa 5 anni ago

    Ciao, ho apprezzato molto il tuo lavoro, non penso che sia scontato o banale, anzi.. Il titolo

  2. mikyreporter 5 anni ago

    Il titolo

  3. giulia 5 anni ago

    ciaoo,
    hai fatto davvero un ottimo lavoro. Hai esposto in modo chiaro e lineare quelli che sono i tuoi pensieri e le tue aspettative. Sarebbe un mondo migliore se tutto quello che vorresti accadesse, succeda per davvero. Speriamoci, non ci far

  4. Marco 5 anni ago

    ciao Hanaa !Scrivi che i tuoi desideri sono banali,magari si avverassero, parli di discriminazioni,di inquinamento o altro che non credo siano di poco conto ed io aggiungerei la sconfitta del terrorismo.I presupposti per risolvere in parte questi problemi ci sono,speriamo bene!

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account