Al mondo d’oggi la tecnologia è molto avanzata, tutti hanno un computer, cellulare o tablet che sia. E tante persone, soprattutto ragazzi di quattordici-quindici anni hanno un profilo Facebook, Twitter o Ask. Non tutte le persone in rete sono ragazzi, ma alcuni sono adulti di circa trent’anni che si iscrivono su Facebook con un profilo falso per scambiarsi per un ragazzo e pedinare una ragazza. Molte ragazze vengono prese in giro da questi uomini, e successivamente vengono violentate, maltrattate e a volte anche uccise da questa gente crudele. Questo fenomeno si chiama Cyberbullismo. Le ragazze per far che questo non avvenga, dovrebbero stare più attenti a non pubblicare cose della propria vita privata sui social, perché tutti potrebbero vedere dove si trova ora e cosa sta facendo. Poi non bisogna accettare le richieste di persone strane che non si conosce nè il nome e nè la provenienza, e soprattutto non devono dare informazioni private, del tipo quanti anni hai, dove vivi, etc…
Il Cyberbullismo oggi è molto sviluppato, ovvero ci sono molte persone che lo praticano per violentare le ragazzine. La maggior parte di questi “brutti” uomini sono quelli che non hanno mai avuto una storia d’amore e a volte hanno avuto anche dei precedenti penali.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account