YouTube è una piattaforma web che consente la condivisione e visualizzazione in rete di video.
Grazie alle loro apparizioni nei video di YouTube, un grande numero di utenti hanno accresciuto la loro importanza e sono diventati fenomeni di Internet.
Gli utenti che producono e pubblicano video sono indicati col neologismo “youtuber”. I primi youtuber “professionisti”, ovvero che si dedicano regolarmente alla creazione di contenuti in modo da incrementare visualizzazioni e iscrizioni al canale, sono apparsi negli Stati Uniti in seguito ad accordi con il sito web; la pratica si è successivamente diffusa in tutto il mondo.
Ma quanti soldi girano intorno a questi fenomeni del web? A questa domanda non è possibile rispondere in maniera esatta. I ricavi per i creator variano a seconda del mercato di riferimento e delle visualizzazioni totalizzate da ciascun video, a cui sono legate anche le entrate che derivano dagli annunci pubblicitari.
Sappiamo tutti benissimo come mai hanno successo gli youtubers: perché anche senza avere particolari “abilità”, riescono a intrattenere i ragazzi e hanno importanti requisiti (il carisma, la simpatia, saper intrattenere, e saper coinvolgere gli spettatori).
Se da una parte pensiamo che sia un modo ingiusto di “guadagnare”, dall’altra ci divertiamo a guardare molti dei loro video, per svago.
Chi non conosce almeno un ragazzo o una ragazza (italiani e non) che è famoso/a su youtube? Favij, Leonardo Decarli, i fratelli Rhodes, o meglio Homyatol, Zoda, godzDread, o ancora yotobi, scottecs…
Sono semplici ragazzi, che nel tempo sono diventati famosi pubblicando video su youtube, grazie a centinaia di migliaia di visualizzazioni da parte dei “fan”.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account