Con la definizione “YouTube Star”, si intende coloro che hanno ottenuto fama e notorietà pubblicando, con una certa regolarità, video su YouTube.
Ci sono diversi tipi di Youtubers: quelli che fanno video in cui ballano, cantano, parlano o commentano videogiochi e quelli che fanno tutorial di make up, acconciature, cucina o in cui usano la creatività per costruire o modificare oggetti di ogni tipo.
Ultimamente, però, questo fenomeno si sta inflazionando, diventando una moda: pur di diventare popolari, molti, talentuosi o no, pubblicano video online, con risultati spesso scarsi e penosi.
Gli Youtubers italiani che seguo di più non sono molti e fanno per lo più video divertenti in cui parlano: Greta Menchi, una ragazza che usa YouTube come se fosse un diario personale e che seguo perché con la sua simpatica “pazzia” e originalità mi fa sentire meglio e mi diverte; Sofia Viscardi, una delle prime che ho iniziato a seguire, ha qualche anno in più di me e nei suoi video racconta in modo esilarante ciò che succede nella vita dei teenagers, quindi mi sento molto partecipe; infine Davide Reinecke, che in realtà è un Facebook Star ed è uno dei primi che ho iniziato a seguire su quest’altro social.
Preferisco, però, Youtubers americani o inglesi che pubblicano video veramente divertenti, in cui riproducono scene della quotidianità in modo marcato ed eccessivo e fanno giochi e scherzi “fuori di testa”, come Jake e Logan Paul , i Dolan Twins o quelli che hanno partecipato al Macgon Tour come Nash e Hayes Grier , Cameron Dallas o Mattew Espinosa e anche la “Eh Bee Family”, una famiglia di Youtubers americana.
Seguo invece principalmente su Instagram, persone che fanno video in cui cantano o ballano e che, a volte, grazie al loro talento pubblicato online, diventano famosi.
Shawn Mendes, ad esempio, è un cantante e musicista giovanissimo, diventato famoso pubblicando cover di canzoni su Vine.
Mi piace vedere i loro video perché in qualche modo non mi fanno sentire sola, mi tirano su di morale e mi capiscono senza nemmeno conoscermi.
Inoltre posso parlarne con gli amici, scambiare pareri e ridere insieme: gli Youtubers diventano così motivo di conversazione e condivisione.
Quando entro su YouTube mi sento catapultata in una realtà così diversa, ma nello stesso tempo così vicino alla mia, in cui persone comuni dimostrano talento, creatività, originalità e da cui la “normalità” è lontana anni luce, facendomi sentire parte di qualcosa e vivere in un mondo in cui i problemi si affrontano insieme e la vita si vive con più ironia e leggerezza.

0
Commenti
  1. ricanews 5 anni ago

    Bello il tuo elaborato, scritto bene in modo chiaro e scorrevole.
    Hai ben trattato l’argomento richiesto presentando anche YouTubers meno noti, ma comunque molto bravi. Hai anche parlato di altri artisti che tu segui presenti nei diversi social, brava!

  2. Marco 5 anni ago

    Ciao elenasolda00! sono d’accordo con te quando affermi che talvolta vi sono video scarsi e penosi quindi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account