Nel nostro mondo, fatto di social network e di condivisione, iniziano ad emergere delle figure alquanto particolari: gli youtubers.
Queste figure prendono sempre più piede per il fatto che sono se stessi o comunque intrattengono con i propri video i giovani.
Al contrario di quanto si possa pensare, questo “hobby” è in grado di far guadagnare in modo notevole. Solo che, attirando migliaia e migliaia di persone, inizia ad offrire meno possibilità rispetto a qualche anno fa. Consapevoli di questo, gli youtubers cercano di intrattenere in qualsiasi modo le persone e cercano un modo alternativo per trovare un proprio posto all’interno della società.
Personalmente non sono un grande seguace di youtubers, sia perché dedico poco tempo ai video su questo social, sia perché non sono la mia fonte di intrattenimento principale.
Quei pochi che attirano la mia attenzione sono per lo più gruppi di amici o coppie che ritraggono in modo comico un qualsiasi aspetto della quotidianità, cercando di prenderne il lato positivo e, quindi, di far sorridere la gente.
Seguo questi giovani perché cercano di prendere la vita in modo divertente facendo sì che possa farlo anche chi li guarda.
Forse stanno diventando delle star perché hanno seguito la propria passione o perché hanno solamente avuto fortuna. O, forse, stanno diventando delle star per il semplice fatto che sanno far ridere le persone; cosa che non tutti sono in grado di fare.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account