L’ISIS (stato islamico dell’Iraq e della Siria) è un’organizzazione terroristica che recentemente ha attuato molti attacchi uccidendo numerosi innocenti; ormai conosciamo tutti molto bene questo gruppo terroristico per le numerose stragi, tra cui ultima quella di Parigi. I telegiornali ne parlano quotidianamente: la sera del 13 Novembre 2015 l’ISIS attacca questa città uccidendo circa 160 persone che volevano passare una serata tranquilla immersi nel clima parigino. Relativamente il numero di persone che si sono unite a questo gruppo terroristico sono molto poche, fanno parte solo una piccola parte della Siria. Di fronte a tutto ciò la gente si chiede come faccia l’ISIS ad avere i finanziamenti necessari per poter comprare tutte le armi e per poter fare tutti questi attacchi. C’è chi dice che la prima ”alleata” dell’ISIS sia l’America poiché viene accusata di averla rifornita di armi durante il passato. Ma a questo punto la domanda che ci si pone è: come fanno questi terroristi a entrare in altri stati carichi di armi? Ciò fa pensare che in questi stati ci sia qualcuno che gli venda tutto quello di cui hanno bisogno aiutandoli nelle loro stragi; in Italia gli jihadisti arrivano come rifugiati politici ottenendo armi dalla criminalità organizzata. Ovviamente queste sono solo ipotesi, ci troviamo ancora avvolti nella nebbia e nel mistero. Personalmente non so cosa stia succedendo, non appoggio nessuna ipotesi; prima o poi la verità dovrà venire a galla.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account