Tutti gli uomini si lamentano dell’esistenza del terrorismo e, in particolare, dell’esistenza dell’ISIS soprattutto dopo la tragedia di Parigi; si disperano e non capiscono né il motivo che spinge questi criminali a uccidere né da dove provengano i loro finanziamenti e tutte queste armi. La risposta è semplice: da noi. Siamo noi, gli Europei, ma anche gli Americani, come pure gli Arabi che in qualche modo finanziamo i terroristi. Ebbene sì, l’Italia finanzia l’ISIS soprattutto quando paga per riscattare gli ostaggi presi dai terroristi e questi, cosa fanno con i soldi ottenuti? Comprano le armi. Ne hanno in grande quantità e la cosa che fa più rabbia è che non hanno paura a usarle, non hanno nessuno scrupolo. Sono addestrati fin da piccoli, uomini e donne, a essere crudeli e a non rispettare la propria e la vita altrui. Il Medio Oriente, inoltre, è il paese che importa un numero notevole di armi che provengono dalla Francia, dall’Usa, dalla Gran Bretagna, dalla Cina e dalla Russia. È come se “noi” finanziassimo i nostri carnefici. Non possiedono quell’organo chiamato “cuore”, altrimenti non vi sarebbe spiegazione alla violenza. Quanta crudeltà vi è in questo mondo? Non riusciamo neanche a capire il motivo di queste azioni, di certo non solo il fanatismo religioso. Avendo tolto la vita a così tante persone, cosa pensano di aver ottenuto? Viviamo nel caos, nel bel mezzo di una guerra cruenta.

0
1 Comment
  1. dada1998 4 anni ago

    Ciao, hai fatto un bell’articolo ed hai strutturato molto bene il tutto, per

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account