L’Isis (Stato Islamico dell’Iraq e della Siria) è un gruppo terroristico attivo in Iraq e in Siria. Esso viene fondato nel 2004 da Abu Mus’ab al-Zarqawi per combattere l’occupazione americana in Iraq. Con il passare degli anni, l’Isis ha sempre più espanso il proprio controllo a tal punto che, nel 2014 gli Stati Uniti d’America e altri Stati occidentali e arabi hanno risposto con bombardamenti aerei. Ma chi finanzia l’Isis? Il petrolio rappresenta la loro maggior risorsa, che essendo venduto a basso costo attira molti acquirenti. Uno di essi è l’Italia che non è solo un acquirente ma anche un venditore in quanto una grande parte delle armi che possiede l’Isis sono italiane. E’ una situazione molto ironica, in quanto siamo noi che temiamo i loro attacchi ma contemporaneamente li finanziamo. (Ovviamente non è solo l’Italia il problema, ma ne fa parte). Penso che se vogliamo che questi attentati finiscano dobbiamo smettere di passargli soldi, non importa se la crisi si aggraverà almeno saremo vivi.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account