Gli attentati del 13 Novembre a Parigi hanno sconvolto moltissimi stati della UE, ma allo stesso tempo il forte sgomento ha alimentato la voglia di scoprire chi sia il colpevole. I terroristi dell’Isis sono dei ragazzi suicidi che, per fare espandere la propria religione e potere, sono disposti a sporcarsi la coscienza uccidendo centinaia di vittime indifese e innocenti. Chi fornisce loro i soldi e le armi necessarie a farlo? Chi li copre e permette loro di compiere stragi penose? Molti un’idea se la sono fatta, ripensando all’11 Settembre 2001, alle ‘’Torri Gemelle”, al Pentagono: incidenti propiziati dall’America stessa, che tuttora sostiene la propria innocenza. Le coincidenze sono molte, ma spesso vengono ignorate di proposito per non peggiorare ulteriormente i delicati equilibri internazionali. Di fatto, ci stiamo facendo guerra a vicenda per il potere e il denaro, ci stiamo annientando con le nostre mani per acqua e petrolio, ci stiamo massacrando a vicenda per la religione e il potere spirituale. La gente è spaventata per tante stragi in corso, la cui responsabilità diretta si fa risalire all’Isis e alla Siria in particolare, quando potrebbe essere proprio quella bandiera a strisce e stelle, che noi ammiriamo tanto, a determinare il tragico corso degli eventi.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account