In questo periodo tutto il Mondo si sta trovando davanti ad un argomento che non avrebbe più voluto affrontare.
Dopo la prima, la seconda Guerra Mondiale e la Guerra Fredda, tutte le Nazioni si stanno confrontando con una nuova e distruttiva minaccia di guerra da parte dello Stato Islamico dell’Iraq e della Siria, volto a conquistare e a sottomettere anche i più grandi Stati.
Il suo patrimonio stimato supera i 2 miliardi di dollari.
Ma questi soldi da chi vengono stanziati? Chi o cosa finanzia il terrorismo?Controllo di pozzi petroliferi in Siria e Iraq, città e villaggi depredati da ogni sorta di ricchezza, equipaggiamenti sottratti al debole esercito iracheno, business degli ostaggi, queste tra le tante forme di finanziamento.
Spiccano anche le donazioni private dirette verso il Daesh (Daesh è il nome che più si è diffuso nei paesi arabi, anche se i membri del gruppo lo chiamano semplicemente al dawla,”lo stato”, e minacciano di frustare tutti coloro che usano questo termine ) provengono anche dai cittadini del Qatar e dell’Arabia Saudita,trasferite attraverso il sistema bancario del Kuwait.
Molte persone si chiedono anche : perchè questi Paesi alleati con gli USA e l’Europa stessa finanziano il nemico comune?
Ciò che accomuna questi «donatori» è la volontà di finanziare gruppi fondamentalisti sunniti impegnati a combattere con ogni mezzo il nemico sciita, ovvero, qualsiasi alleato.
Il contrasto fra Qatar e Arabia Saudita nasce dunque dall’interpretazione del Corano e si sviluppa in una rivalità per il controllo del mondo sunnita.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account