Con gli attentati avvenuti a Parigi la volontà dei terroristi di incutere paura nel popolo occidentale ha avuto per lo più il meglio sulle persone, in Francia, come anche nelle altre nazioni vicine, non si esce fuori di casa serenamente e quando ci si trova ad essere in una folla di persone l’idea che qualcosa di brutto possa succedere è sempre presente. Chi può voler vedere tanto terrore negli occhi di un’intera nazione, chi è cosi spietato da sparare su civili, chi può farsi esplodere portando via con se anime innocenti? Senza dubbio persone non mentalmente sane, ma dietro di loro, a mio avviso, ci deve essere qualcuno che finanzia armi e denaro per creare scompiglio e presupposti per una nuova guerra. Dobbiamo precisare però che a pagare il prezzo del terrorismo sono gli islamici che muoiono giornalmente in Oriente, questo ci può far capire che l’ISIS vuole gestire e amministrare il territorio per servirsi di beni come il petrolio che serve a tutto il mondo e da cui presumibilmente trae il denaro. Un’altra supposizione è che probabilmente i componenti dell’ISIS sono i cosiddetti rivoltosi che attuarono le rivolte contro i poteri dittatoriali ed erano aiutati da potenze come gli USA. Forse a quest’ultimi serviva un “esercito” per amministrare beni orientali e una volta entrata in guerra la Francia in interessi statunitensi hanno pensato bene di fare un attentato per spaventare tutti? Forse il terrorismo è proprio di stampo statunitense? Molto probabilmente è una conclusione affrettata e non basata su niente di certo, speriamo che la verità prima o poi venga a galla.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account