I ripetuti attentati da parte dell’ Isis che hanno colpito Parigi venerdì 13 Novembre hanno sconvolto l’ intera popolazione mondiale.
Ma svaniti il dolore e la rabbia verso queste pseudo persone, la gente che prima vedeva l’ Isis come una minaccia lontana e che ora si rende conto di conviverci, ha iniziato a chiedersi il perché di queste stragi brutali e tutti i governi europei si stanno interrogando su come fermare il terrorismo. I motivi, diversamente da ciò che vogliono farci credere i miliziani dell’ Isis sono bene diversi da quelli religiosi. Infatti questo esercito di terroristi ha attaccato la Francia per rispondere all’ appoggio francese nei bombardamenti Russi in Siria, si pensi anche che tra le vittime molto spesso sono presenti anche dei musulmani. Il vero dibattito è sorto riguardo al problema del “ come fermare l’ Isis?” Purtroppo questa occasione è stata colta al volo dai piccoli partiti xenofobi che pensano di fermare questi fanatici chiudendo le frontiere ma non capiscono che così facendo farebbero morire migliaia di persone in cerca di un futuro e diventerebbero anche loro assassini. L’ unica via d’ uscita sembra essere non l’ intervento di un solo paese, ma un’ alleanza tra tutte le nazioni che unendo le loro forze bombardino i territori in mano a questi terroristi.
Ma oltre ai bombardamenti serve anche un esercito di terra, problema che potrebbe essere risolto armando le popolazioni assediate.

1 Comment
  1. federico999 7 anni ago

    Caro Vitolo, gli attentati purtroppo non c’entrano niente con ‘Isis, bombardare quella porzione di territorio causerebbe solo altri morti innocenti e altro odio. L’unico modo per fermare queste tragedie

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account