Come in un percorso di salto ostacoli quando sbagli una girata o una distanza i salti successivi a quello sbaglio saranno senza errori ma prima della fine pagherai quel errore cosi l’ Europa sta pagando gli orrori e gli errori commessi nel Medio Oriente.
La protagonista, fin dal 2000, del terrorismo è stata l’ ISIS.
Sebbene solo recentemente questo gruppo è conosciuto sotto questo nome, esiste fin dall’ inizio del secolo ,infatti la maggior parte erano membri dell’ Al-Qaida , gruppo terroristico capitanato da Osama Bin Laden.
Questo movimento aveva come scopo la Jihad, una guerra santa contro gli infedeli. I futuri componenti dell’ ISIS erano considerati già troppo radicali, infatti lo scopo dell’ Isis in quel periodo era lo sterminio degli sciiti, minoranza islamica, considerata un’ eresia, mentre Osama voleva solo convertirli.
Già iniziarono a distinguersi per la loro Brutalità e per i loro obbiettivi ambiziosi.
Isis si colloca nella Siria e nell’ Iraq, in questi luoghi crebbe il suo potere dopo l’abbandono degli usa dell’ Iraq e la guerra civile in Siria. Isis fu sempre appoggiato dalle popolazioni locali infatti dopo la guerra civile fu finanziato da moschee e da cittadini privati, questo denaro andò ad aggiungersi con i soldi derivati dai pozzi di petrolio e dal monopolio dell’ agricoltura locale fino a raggiungere due miliardi di euro. Il suo scopo è quello di formare un vero e proprio stato (IS) comprendente Iraq, Libano, Israele e Giordania ma anche di assoggettare l’ Europa. Essa all’ inizio veniva considerata come un nemico lontano ma dopo aver soppresso e raggiunto gli obbiettivi in Siria e nei territori confinanti è il centro dell’ attenzione.
Secondo David Icke lo scopo primario dell’ Isis è quello di far piombare il mondo intero in un caos enorme per poi offrire un nuovo ordine mondiale, il Loro Nuovo Ordine Mondiale; il modo di operare dell’ Isis è “dividi e vincerai”. Infatti iniziarono dividendo gli sciiti e i sunniti per poi dividere in parti l’ Europa e gli usa.
Ciò chel’ Isis sta facendo è il contrario di ciò che abbiamo fatto noi negli secoli passati. Noi prima abbiamo condotto le crociate poi successivamente lottato contro i fedeli per reprimere le eresie e l’ anglicanesimo mentre l’ Isis prima si è preoccupato di fondare un’ unione religiosa e quindi anche politica per poi andare alla conquista del mondo.
Comunque questa divisione europea è dovuta fondamentalmente da un egoismo individuale: dopo aver visto cosa è successo alla Francia e se è vero che tutti gli stati fanno parte di un UNIONE europea, ognuno di essi dovrebbero unirsi militarmente per intervenire e tentare di salvar quel continente che è sempre stato considerato l’ egemone mondiale. Questa situazione non sta facendo altro che mostrare l’ enorme indifferenza de egoismo che sta dietro a una convenzione tale l’ unione europea.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account