A chi non piacerebbe ricevere una medaglia? A chi non piacerebbe essere al primo posto in classifica? Chi non trova soddisfazione nel vincere, non solo in ambito sportivo, anche nella vita di tutti i giorni?
L’uomo ha da sempre desiderato arrivare alla vittoria. Essa è ritenuta lo scopo delle nostre azioni: “partecipo per vincere” si dice.
Essere competitivi è nell’indole umana, ma è sempre una cosa positiva? Ci ricordiamo quella famosa frase che sentivamo dire da piccoli dopo una sconfitta?
“L’importante non è vincere, ma partecipare”
Già, quella frase che ci consolava, che ci dava la spinta per andare avanti, quella frase che non è ancora capita da tutti.
Anche sconfitta è vittoria, sconfitta è miglioramento poiché, come si dice, sbagliando si impara.
Si impara di più da una sconfitta che da mille vittorie, l’importante è riuscire a rialzarsi e continuare; dare il massimo in ciò che si fa, non per vincere, ma per migliorare; impegnarsi a fondo per raggiungere i propri progetti.
Già riuscirci in tutto ciò è una vittoria.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account