L’ultima Legge di stabilità prevede l’aumento del limite massimo di contanti da mille euro a tremila euro. Questa scelta del governo ha scatenato un acceso dibattito tra sostenitori e detrattori del provvedimento. Secondo l’opinione governativa, la finalità di questa norma sarebbe quella di consentire una più facile circolazione del denaro per dare ulteriore slancio all’economia. Il dato di partenza è che in Italia l’82% delle transazioni avviene proprio tramite contante e che 15 milioni di italiani sono privi di un conto corrente bancario. Ma parte dell’opinione pubblica ed alcune forze politiche sono fortemente contrarie. Esse ritengono, infatti, che questa misura favorirebbe l’evasione fiscale e il riciclaggio di denaro sporco, ostacolati invece dalla tracciabilità dei flussi di denaro. Infatti, la si chiedono: “Quali transazioni necessitano di oltre mille euro di contante e, soprattutto, chi ha necessità di ricorrervi?” Tuttavia, a supporto della decisione del governo, sono stati divulgati dati secondo i quali l’abbassamento della soglia del contante da duemilacinquecento euro a mille euro, avvenuto in Italia nel 2011, non avrebbe comportato riduzioni significative dell’evasione fiscale. Peraltro, bisogna aggiungere che undici Paesi europei (tra cui la Germania) non prevedono alcun limite di utilizzo del contante e solo altri due Paesi (Francia e Portogallo) hanno il limite di mille euro. Ancorché, l’utilizzo esclusivo della moneta elettronica dovrebbe rappresentare l’obiettivo di un’economia avanzata e globalizzata.
Resta il fatto che in un Paese con un’evasione fiscale abnorme, frutto dell’inciviltà di tanti, è necessario che le norme per contrastare tale azione fraudolenta siano estremamente rigorose, e che anche la più piccola infrazione venga punita in modo esemplare. Il fatto che questo provvedimento possa, anche soltanto, alimentare il sospetto di avvantaggiare gli evasori rappresenta un passo indietro, al di là di eventuali e auspicabili benefici per l’economia.

0
1 Comment
  1. apex 4 anni ago

    Articolo giustamente incentrato sul problema dell’evasione, che personalmente ritengo sarebbe oltraggiosamente facilitata da questo sistema. Condivido pienamente le tue idee in merito, che hai espresso in una forma molto gradevole, senza tralasciare un solo particolare importante. bell’articolo.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account