Il tetto ai pagamenti in contante,fissato nel 2011 a 1000 euro dal governo Monti con l’obiettivo di contrastare il riciclaggio e l’evasione,sarà triplicato portandolo a 3000 euro.Ad annunciare ufficialmente l’intervento,che sarà inserito nella legge di stabilità,è stato Matteo Renzi,che pur di farla approvare ha annunciato il possibile ricorso al voto di fiducia.Il governo spiega questa decisione attraverso quattro punti:-necessità di uniformare il limite agli altri Paesi,-non serve per contrastare l’evasione,-dà impulso al turismo,-è molto utile per i commercianti.L’annuncio effettivamente viene accolto con entusiasmo,infatti,la maggior parte della popolazione è favorevole a questo progetto e pensano in questo modo di essere più liberi di usare i propri soldi.Altri invece prevedono un rilancio dei consumi,ma ovviamente non mancano i critici,che la ritengono una decisione erratissima,per cui meno tracciabilità del denaro significa più evasione fiscale e più riciclaggio.Io sono favorevole all’idea di innalzare il contante a 3000 euro.In questo modo,secondo me,commercio e turismo aumenteranno sempre di più perchè la gente potrà spendere liberamente i propri soldi e così l’Italia comincerà a risalire economicamente e a svilupparsi sempre di più.Inoltre non essendo considerato ai pari degli altri Paesi europei,al nostro serve proprio una svolta del genere.

0
1 Comment
  1. federotulo 5 anni ago

    Sono d’accordo con quello che hai detto, ma quando hai espresso la tua opinione personale hai analizzato i pro di questa ascesa del tetto massimo dei contanti, ti sei soffermato molto poco, mentre hai spostato l’asse di interesse su ci

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account