È allo studio del governo italiano, al seguito del premier Matteo Renzi, la possibilità di inserire nella prossima legge di stabilità l’innalzamento della soglia di utilizzo del denaro contante, dagli attuali 1000 € a 3000 €. Lo scopo è incentivare gli acquisti e il turismo. Ci si chiede, è giusta questa modifica?
Innanzitutto bisogna partire dal principio che la soglia dei 1000 euro era stata inserita dal governo Monti per favorire la lotta all’evasione fiscale. Da allora l’Italia è il paese europeo con la soglia più restrittiva ma, allo stesso tempo, ha un tasso di evasione fiscale molto alto, secondo soltanto alla Grecia.
In Europa vi sono undici paesi (tra cui Paesi Bassi, Slovenia, Austria) dove non vi è alcun limite all’uso del contante e, nella maggioranza di essi, non vi è una stretta relazione con l’andamento dell’evasione fiscale.
Per quanto riguarda il turismo, pur innalzando il limite, non credo che ci sarà un importante aumento, visto che, in genere, non si tende a viaggiare con molto denaro contante in tasca. Inoltre, per gli extracomunitari, il limite è di 15000 euro.
La nuova soglia non è una cifra esorbitante, parliamo di 3000 euro. È ovvio che il cittadino di ceto medio-basso, generalmente, non circola con una tale cifra, ma ci sono delle situazioni in cui se ne presenta l’occasione, come nel caso di spese mediche particolari (ad esempio, dentistiche) o per l’acquisto di elementi di arredo.
Dunque, non essendo provato che il restringimento della soglia a 1000 euro, o giù di lì, favorisca la lotta all’evasione fiscale e, inoltre, essendo molto facile aggirare tale limite (basta pagare fino a 999,99 euro con ricevuta e il resto in nero), ben venga questo innalzamento che favorirà, in primo luogo, i ceti meno abbienti, che non dovranno aprire obbligatoriamente un conto corrente, visti i costi bancari che ci ritroviamo in Italia.

0
1 Comment
  1. federotulo 5 anni ago

    Secondo me invece un innalzamento potrebbe comportare anche degli aspetti negativi.
    Una somma simile nelle proprie tache pu

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account