arya99

Istituto: Casa Nazareth (Via Duca Degli Abruzzi)

Città: MOZZECANE

Redazione: cfp casa nazareth

lavoro di squadra

lavoro di squadra
Noi, facendo un alberghiero, ci troviamo spesso a lavorare in gruppo, per esempio in cucina. Succede spesso che dei compagni litighino, che non ascoltino o che chiedano ad altri di fare il proprio lavoro, quando altri sono già impegnati, quindi diventa difficile lavorare nell’ambiente che si crea, anche perché in una cucina è improbabile che ci sia silenzio perciò sarebbe ideale cercare di mantenere un atmosfera il più possibile tranquilla e lavorativa. Si nota anche questa differenza tra maschio e femmina, ad esempio un giorno siamo stati divisi in piccoli gruppi da 3 e ci era stato chiesto di fare una piccola scenetta, e nei gruppi in cui il “leader” era un maschio, lui diceva come e cosa fare secondo le sue idee, mentre nei gruppi in cui il “leader” era femmina, lei chiedeva di più agli altri come volevano farlo. I nostri professori hanno deciso di farci fare un esperimento legato a questo argomento, l’escape room. Si tratta di entrare in questa stanza buia e cercare di uscirne risolvendo molti enigmi. Siamo riusciti a collaborare tutti insieme e sciogliere quasi tutti i misteri. È stata un esperienza didattica e intrigante ma allo stesso tempo molto utile per riuscire a cooperare. Secondo noi questa differenza tra maschio e femmina deriva dal fatto che ragioniamo in maniera diversa. Oltre al sesso, nel lavoro di squadra, influisce anche la maturità dell’individuo, sicuramente una persona matura riuscirà meglio a lavorare in gruppo di una persona acerba. Per questo si trovano maggiori difficoltà quando nel gruppo ci sono grandi differenze d’età; un esempio ne è la nostra classe dove il compagno più piccolo ha 15 anni e il più grande ne ha 18, anche se in realtà sono solo 3 anni di differenza, è più complicato di come sarebbe se tutti fossero diciottenni o quindicenni.